Il Sinodo della Chiesa Greco-cattolica ucraina ha eletto come nuovo arcivescovo maggiore (de facto, il patriarca) un giovane vescovo quarantenne.

Nella cattolicità non mancano vescovi “giovani”, ma credo si tratti per lo più di ausiliari di diocesi difficili (in zone di missione, o di guerra, o dove i cristiani soffrono persecuzione). In Europa, e specialmente in Italia, i vescovi sono quasi sempre oltre i cinquanta, se non oltre i sessanta anni d’età.

Vista la situazione di progressiva scristianizzazione del nostro Paese, non sarebbe il caso di far spazio a forze nuove, a idee nuove, a persone più giovani? Persone che abbiano voglia di rimboccarsi le maniche, che non pensino di essere arrivati, finalmente, al coronamento delle loro carriere curiali… Preti nel pieno delle energie e delle idee, dotati di una robusta spiritualità e di spirito di servizio e di sacrificio, che rimettano in movimento questa Chiesa.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...